Crea sito

Articles Comments

Blog di informiamo » Biologia, Scienza » Scoperta una specie di rettile sorprendente

Scoperta una specie di rettile sorprendente

 

In un’impervia area del Perù, nell’affascinante regione di Cusco, un team di ricercatori ha scoperto una lucertola dai colori sgargianti e dalla biologia peculiare, che sfida i dettami per la classe di appartenenza.

Andrea Centini – 5 Marzo 2012 – Gli ectotermi o più comunemente organismi a sangue freddo, sono animali che non possiedono una temperatura interna costante (come i mammiferi omeotermi) ma debbono mantenerla in equilibrio regolandola con quella ambientale, a volte con strategie originali e caratteristiche. Una lucertola che si scalda sotto i raggi del sole su una roccia è l’emblema dell’ectotermia, ma oltre ai rettili anche anfibi e pesci fanno parte di questa affascinante categoria. Essere ectotermi comporta una serie di svantaggi (come l’impossibilità di colonizzare ambienti dal clima rigido) e vantaggi, come ad esempio la maggiore capacità di resistere a periodi di digiuno forzato o una maggiore longevità.

Con qualche rara eccezione, come la bellissima tartaruga marina Dermochelys coriacea ed alcune specie di geko (capaci di mantenere una temperatura interna superiore a quella esterna con meccanismi non completamente chiari) tutti gli ectotermi rientrano nei parametri del gruppo. La scoperta di nuove specie che riescono a “sfidarli” è solitamente associato ad un curioso fermento scientifico, poiché vi è sempre la speranza di poter comprendere meglio l’affascinante biologia degli ectotermi, sia attuali che estinti. I dibattiti sulla regolazione della temperatura corporea dei dinosauri sono tra i più accesi nei canali biologici.

Una nuova specie in grado di spiccare tra il gruppo degli ectotermi è stata trovata da ricercatori del Center for Ornithology and Biodiversity di Lima (Perù), durante un’indagine di monitoraggio scientifico denominata COGA e riguardante alcuni tra i più affascinanti ecosistemi del paese sudamericano.

Tra le rocce ed i torrenti alpini della Cordillera Vilcabamba e la valle del fiume Apurimac, nella regione meridionale di Cusco, sono stati documentati alcuni esemplari di una curiosa lucertola chiamata dai ricercatori Potamites montanicola -abitante delle montagneper l’insolito luogo di ritrovamento, ovvero un’area impervia dove la temperature scendono facilmente sotto i 10° in un’altitudine compresa fra i 1.600 ed i 2.100 metri. E’ l’unica specie nota di questo gruppo tassonomico che vive a quote così elevate. Aspetto ancor più interessante, questa lucertola dai colori sgargianti (soprattutto nella zona ventrale dei maschi) è stata notata soprattutto nelle ore notturne e persino mentre nuotava nei freddi torrenti andini. Come fa a mantenere la temperatura interna se effettivamente conduce vita notturna? Gli erpetologi del Center for Ornithology and Biodiversity German Chavez e Diego Vasquez, coordinatori del progetto di ricerca, hanno spiegato che la scoperta di Potamites montanicola“solleva alcune questioni scientifiche di grande rilievo che debbono essere necessariamente approfondite”. Il primo esemplare fu notato per caso dalla ricercatrice Karla Garcìa nel 2010 che, insospettita dal luogo e dalle caratteristiche morfologiche ed etologiche, fece avviare un’indagine accurata sul territorio che ha successivamente determinato la classificazione della nuova specie.

Questa lucertola, lunga 6-7 centimetri con una coda di circa 10, è uno dei rettili più interessanti in assoluto e solo l’ultimo scoperto di recente nel paese sudamericano, dove, secondo gli studiosi, soprattutto tra le Ande potrebbero esserci altri luoghi “impervi ed incontaminati” ricchi di sorprese per la biodiversità. Nel frattempo sono stati avviati studi accurati per conoscere esattamente la struttura delle popolazioni di Potamites montanicola e delineare le prime strategie di conservazione.

News originale

Enter Your Mail Address

 

Filed under: Biologia, Scienza · Tags: , , ,

Leave a Reply

*