Crea sito

Articles Comments

Blog di informiamo » Alieni, Complotto » Area 51, UFO e vita aliena, cade la censura e arriva la notizia bomba del secolo

Area 51, UFO e vita aliena, cade la censura e arriva la notizia bomba del secolo

 

FORUM

di Roberto Mattei

wikileaks ufo area 51 area s4 documenti segretiTutto quello che ci hanno sempre nascosto sarà svelato prossimamente dalla troupe televisiva di Peter Yost che ha avuto accesso alla base segreta americana e promette si svelarci cose incredibili. Ufo? Alieni? Entro la primavera la risposta.

Volete una notizia bomba da far accapponare la pelle? Bene, sedetevi e tenetevi forte: per la prima volta nella storia, un’equipe televisiva è riuscita ad avere tutte le autorizzazioni necessarie per accedere all’interno di tutti gli uffici, laboratori e dipartimenti ubicati all’interno della base aerea Nellis (Nellis Air Force Base) meglio nota come Area 51. Si tratta di una vasta zona militare super-segreta controllata dalle forze armate statunitensi, che si estende per circa 26 mila kmall’interno del territorio desertico di Groom Lake, detto anche Dreamland (la terra del sogno), nel sud dello Stato del Nevada. La base ha livelli di sicurezza da film di fantascienza, con sensori di movimento, telecamere, controlli satellitari, uomini armati, missili superficie-aria, disseminati un po ovunque lungo il suo perimetro, per impedire l’accesso del personale estraneo e il sorvolo dello spazio aereo da parte di aeromobili non autorizzati. Proprio per questi standard così rigidi, la base aerea Nellis non compare sulle cartine geografiche. Ma cosa accade all’interno dell’area 51 da richiedere una così grande discrezione, inducendo, in passato, il governo americano a sconfessarne addirittura l’esistenza?

Ufficiosamente, il sito è adibito alla progettazione, sviluppo e sperimentazione di nuove apparecchiature, per lo più velivoli tecnologicamente avanzati, come aerei spia e moduli lunari. Qui è stato concepito, ad esempio, il famigerato bombardiere supersonico Stealth-B2, l’aeroplano realizzato con materiali compositi a base polimerica unitamente a rivestimenti superficiali radar-assorbenti, che lo rendono impercettibile o difficilmente individuabile da molti strumenti di localizzazione, inclusa la vista.

La notizia ancora più riservata, da sempre sulla bocca dei curiosi, è che la base venga impiegata per concepire velivoli non convenzionali, funzionanti con generatori ad antimateria asportati da alcune navicelle extraterrestri catturate in seguito a crash, che permetterebbero di attraversare le barriere spazio-temporali a velocità uguali o superiori a quelle della luce! Robert Scott Lazar, un fisico americano che ebbe modo di lavorare all’interno del sito, affermò di aver visto all’interno dei dischi volanti con caratteristiche sorprendenti: cabine di pilotaggio molto piccole che avrebbero potuto ospitare a malapena un bambino e in nessun caso un uomo adulto, velivoli costruiti con materiali sconosciuti sulla Terra e privi di punti di saldatura, come se l’intero chassis fosse stato fuso all’interno di uno stampo. A ciò si aggiungono le testimonianze di alcuni ex dipendenti, che affermerebbero di aver lavorato a contatto con esseri alieni per lo sviluppo di queste nuove tecnologie e i numerosi avvistamenti giornalieri che i turisti e le equipe televisive di tutto il mondo, hanno immortalato in questi anni con le loro videoriprese e foto.

La troupe televisiva che ha avuto accesso all’area 51, filmando i meandri più nascosti della base come mai nessuno aveva fatto prima, è quella del produttore Peter Yost, collaboratore da sempre delle più grandi redazioni televisive del mondo, tra cui NBC News, Discovery-Times e molti altre. L’uomo ha realizzato per la National Geographic Television un documentario – “Area 51 declassified”- destinato a diventare il numero uno nel panorama mondiale degli speciali d’inchiesta, nel quale vengono mostrati documenti declassificati, filmati, fotografie, interviste a ex dipendenti e tante altre cose sottratte per una vita ai nostri occhi e che lo stesso Yost assicura di rilevanza notevole. Infatti, durante la conferenza stampa, tenutasi nel corso della TCA (Television Critics Association) a Los Angeles, l’uomo ha dichiarato: «il programma televisivo pubblicherà foto e filmati esclusivi all’interno della struttura militare, con interviste a ex dipendenti della stessa Area. Alcune delle cose che ci sono state nascoste sono abbastanza notevoli» – ed ha po aggiunto – «Ormai è fatta! Siamo in possesso di migliaia di documenti e filmati unici. E’ tutto vero, è tangibile e verificabile. Ed abbiamo alcune sorprese! E’ davvero eccezionale essere riusciti ad ottenere dalla base militare ultra-segreta l’accesso a dei documenti militari declassificati».

Non resta allora che aspettare per vedere questo capolavoro sui nostri teleschermi e finalmente conoscere la verità su UFO e alieni.

Fonte: 2righe.com

FORUM

Enter Your Mail Address

 

Filed under: Alieni, Complotto · Tags: , , , , , , ,

12 Responses to "Area 51, UFO e vita aliena, cade la censura e arriva la notizia bomba del secolo"

  1. Giusi says:

    mi spiace di leggere un articolo così pieno di inesattezze e superficialità. Prima di scrivere su qualcosa sarebbe vostro dovere informarvi a sufficienza, altrimenti fate solo disinformazione. Ad es. Nellis AFB e Area 51 NON sono la stessa cosa e questa è una nozione che si trova facilmente su Internet. Seconda cosa: ma l’avete visto il documentario? E’ disponibile in inglese su: http://vimeo.com/50315599. Io che parlo l’inglese e sono vissuta in Nevada a lungo l’ho visto e parla di cose già “declassified” da tempo, infatti gli episodi di cui si narra risalgono a 50-60 anni fa. Di alieni, UFO e Lazar neanche l’ombra. Alla fine, mi spiace ma vi rovino anche il finale, gli intervistati vi dicono che la verità su Area 51 non si saprà mai. Quindi il vostro articolo è assolutamente erroneo, fuorviante, e non so se in buona o malafede, ma non ha importanza.

    1. informiamo says:

      Cara Giusi,
      ti ringraziamo per averci scritto.
      Solo alcune considerazioni…
      Premessa: l’articolo non è firmato da noi, ma riporta una fonte come puoi vedere. Ciò significa che, come molti altri articoli, noi informiamo i nostri lettori su tutto ciò che le testate giornalistiche scivono riguardo a UFO, Alieni e misteri… Noi non siamo una testata giornalistica, come puoi leggere nel disclimer.
      Detto questo, siamo d’accordo che ci sono molte inesattezze, ma non possiamo correggere quanto scritto dalla fonte originale, non sarebbe giornalisticamente corretto, possiamo invece commentare la notizia.
      Quindi, le accuse che ci hai mosso le respingiamo al mittente.

      Buon proseguimento
      La redazione

    2. Ceylon Kamuj says:

      Forse Lazar è il vero disinformatore che ha detto tante frescacce e adesso tenta di riciclarsi?

  2. informiamo says:

    Ovviamente glissiamo sulle offese (malafede, ecc) perché non vogliamo innescare un botta e risposta che ci porti via tempo inutilmente… quelle lasciano il tempo che trovano per chi ci conosce da tempo.

  3. informiamo says:

    Suggerimento per approfondimenti:

    A tutti i lettori consiglio di leggere il libro/inchiesta di Phil Patton “Dreamland, un reportage dall’Area 51″ pubblicato in Italia nel 2001 (acquistato e letto nello stesso anno) da Fanucci Editore.
    Quest’opera è la storia più plausibile su ciò che avviene nella base!

  4. Ceylon Kamuj says:

    Ma è risaputo che questo blog lavora al soldo della CIA per tenere nascosto il segreto sugli UFO, altrimenti come si spiega che il blog oggi ed il sito prima sono online da oltre 10 anni?
    Io che collaboro con questo blog sono visitato periodicamente dai “Man In Black” che mi danno le direttive su cosa scrivere e come scriverlo… (Ironico-ceylon)

  5. Stargate64 says:

    Anche a te capitano queste cose? E anche tu sei amico dei MIB? Cmq, sarebbe davvero il caso di smetterla con questi miseri tentativi di debunking. Ah, se non si fosse capito: sto scherzando, e condivido le risposte di informiamo!

    1. Ceylon Kamuj says:

      Stargate64, ma tu non eri un collaboratore dei rettiliani?

  6. Ceylon Kamuj says:

    Peccato che lo stesso giorno (prima) nel blog si era postato un documentario e il wiki sull’area 51, ma evidentemente nessuno se n’è accorto. Meglio riproporvi il link?
    http://informiamo.altervista.org/blog/area-51-segreti-di-stato-documentario/

  7. Giusi says:

    secondo me non ha senso pubblicare cose che non hanno fondamento senza prima verificarle. Non ho offeso nessuno, ho solo detto le cose come stanno. Ho comunque provveduto ad andare sulla vostra fonte e ho copiato e incollato lo stesso commento.

  8. ciccio says:

    Ma leggo male io o gli hai detto che sono in mala fede, ignoranti (informarvi a sufficienza) ecc…?
    Tu invece che tiri fuori uno che ha detto un milione di bufale, Bob Lazar sei competente e sufficientemente informata?

  9. informiamo says:

    Non ci interessano gli insulti dunque glissiamo la parte delle offese…
    Bob Lazar, in effetti un bel tizio che per campare ha anche fatto il “protettore”… un individuo che sa riciclarsi molto bene, ma la sua biografia su wikipedia chiarisce tutto sul suo curriculm e sulla sua scarsa affidabilita’:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Bob_Lazar
    Gia’ 15 anni fa in ambiente ufologico lo consideravamo un tizio in cerca di scoop per vendere una storia, solo il sottobosco ufologico gli continuava e gli continua a dar credito.

Leave a Reply

*